Roma-Empoli 2-1, le pagelle

El Shaarawy il migliore, poi Schick e Kluivert. Disastro Juan Jesus
Gianluigi Polcaro - 12 Marzo 2019

ROMA:

Olsen 5,5

Spiazzato dall’autogol di Juan Jesus anche perché è parso troppo poco reattivo. Non incorre in altri rischi

Florenzi 6

Non al top per via del ginocchio, dà il massimo sulla destra cercando di essere più attento possibile e pronto a rilanciare per le ripartenze di Kluivert. Compleanno rovinato dall’arbitro che lo espelle per un doppio giallo veramente iniquo

Juan Jesus 3

Ranieri puntava molto su di lui per sostituire Manolas, ma ce la mette tutta per complicare la vita ai suoi. Un autogol goffo, che non ti aspetti da uno che dovrebbe staccare di testa da navigato difensore centrale, che rovina quanto di buono aveva fatto la Roma fino a quel momento. Anche in occasione della seconda rete empolese poi annullata è in ritardo sull’avversario

Marcano 6

Con una squadra più raccolta e con una linea difensiva scoperta svolge una gara dignitosa. Bene nei rilanci

Santon 6

Qualche affondo lo garantisce e, nonostante non giochi da molto, ha buona gamba e offre un discreto supporto alla manovra

Nzonzi 6

Sbaglia diversi passaggi, ma è bravo a proteggere la difesa e a lottare fino all’ultimo

Cristante 5,5

Dovrebbe permettere un maggior palleggio a centrocampo, ma la sua manovra è lenta e scontata

Kluivert 7

Stimolato da Ranieri il giovane olandese punta sempre l’uomo evidenziando le sue qualità di giocatore rapido e tecnico. È la spina nel fianco della difesa avversaria, che fiacca per tutta la partita. Si guadagna la punizione che porta al gol del 2-1

(80′ Karsdorp) s.v.

Zaniolo 6

Gioca con un pregresso dolore al polpaccio, ma si fa valere quasi fosse un veterano. In mezzo al campo ne prende parecchie ma tiene bene la posizione dando un buon contributo alla causa. Esce stremato per un indurimento al polpaccio

(53′ Perotti) 6

Ci mette un po’ a ritrovarsi, memore delle fatiche di Oporto

El Shaarawy 7,5

Sblocca il match con un gol “faraonico” da fuori area che lascia tutti a bocca aperta. È comunque il migliore dei suoi, per i suoi guizzi, per la tenuta fisica e per la tecnica e la reattività. Sempre pericoloso. Solo l’arbitro riesce a fermarlo con un giallo per una simulazione inesistente

Schick 7

Anche lui galvanizzato dalle belle parole di Ranieri prima del match, svolge una prestazione di carattere e sacrificio, nonostante non trovi molti spazi per andare, ma segna un gol di testa bello e importante, quello della vittoria

All. Ranieri 7

Il ritorno del “mr. Wolf” di Testaccio avviene come nove anni fa contro una squadra toscana (allora era il Siena) e con sofferenza e un po’ di fortuna come allora agguanta la vittoria preziosissima. Ha gli uomini contati e nel corso del match ne perde altri due per infortunio, ma la sua forza è ricompattare la squadra. Sprona Kluivert che diventa il grimaldello per scardinare la difesa empolese e infonde la giusta fiducia a Schick che ripaga con il gol della vittoria. Bentornato mister

EMPOLI

Dragowski 6; Veseli 6, Silvestre 5,5, Dell’Orco 5; Di Lorenzo 6, Acquah 5 (63′ Brighi 5,5), Bennacer 5,5, Krunic 5, Pasqual 5 (85′ Ucan s.v.); Farias 5,5 (37′ Oberlin s.v.), Caputo 6. All. Iachini 6

Arbitro: Maresca 5

Cartellini sfoderati a caso e ne fa le spese Florenzi espulso ingiustamente per doppia ammonizione, ma anche El Sharaawy. Il Var lo aiuta nel decidere di annullare il gol agli ospiti


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti