Sampdoria-Lazio 1-2: Caicedo trascina i capitolini

La Lazio è stata corsara a Genova e si è rilanciata nella corsa alla Champions League. Cronaca, pagelle, tabellino e videosintesi
Marco Savo - 28 Aprile 2019

Show della Lazio a Genova sul campo della Sampdoria, che il 28 aprile ha vinto la gara per 2 a 1 valida per la 34ª giornata della Serie A.
I biancocelesti hanno dominato la gara nel primo tempo, complice l’espulsione di Ramirez, ma nella ripresa hanno abbassato il ritmo subendo il tentativo di rimonta dei blucerchiati.

Mattatore della gara è stato Caicedo che nel primo tempo ha siglato una doppietta.

Quella di Marassi è stata una partita bellissima, soprattutto nella ripresa con la Samp che ha tentato di riaprire la gara nonostante l’inferiorità numerica.
La Lazio ha subito il ritmo degli avversari ma in contropiede ha avuto anche tre clamorose chance da goal per chiudere definitamente la contesa.

Nella prima Romulo ha colpito il palo, nella seconda Immobile con un bolide su punizione ha centrato in pieno la traversa con la palla che è rimbalzata sulla linea di porta ed infine Correa a tu per tu con Audero ha concluso addosso al portiere.Sampdoria-Lazio 1-2

Caicedo show!

La Lazio galvanizzata dalla finale di Coppa Italia conquistata ai danni del Milan a San Siro, contro la Sampdoria poteva e doveva solo vincere per alimentare il sogno di approdare in Champions League.

Per questa gara Inzaghi, orfano di Luis Alberto e Milinkovic, ha deciso di affidarsi a Caicedo con Immobile che è partito dalla panchina. La scelta si è rivelata corretta perché il panterone dopo tre minuti di gioco ha sbloccato la gara, sfruttando al meglio un clamoroso errore di Colley.

Sampdoria-Lazio 1-2La Lazio nel primo tempo è stata padrona assoluta del campo ed ha sfiorato il addoppio per ben due volte con Correa e Romulo.

Al 19’, al terzo tentativo, il secondo goal è arrivato grazie alla splendida girata di testa di Caicedo, su un cross perfetto di Romulo dalla destra. Il panterone, in giornata di grazia, poi in più di un’occasione è andato vicino al tris.

Nel finale del primo tempo è arrivato anche il doppio giallo e la conseguente espulsione di Ramirez.

La sofferenza nel DNA della Lazio

La superiorità numerica poteva essere il preludio ad un secondo tempo tranquillo ma alla fine dei conti non è stato così.
Al 54’ Romulo ha avuto l’occasione per chiudere definitamente la contesa ma il suo tiro dalla destra si è stampato sul palo. Sul capovolgimento di fronte Quagliarella ha fatto goal, dimezzando lo svantaggio.

Sampdoria-Lazio 1-2La rete ha galvanizzato i padroni di casa che al 61’ hanno sfiorato il pareggio colpendo un palo con Murru.

La Lazio ha reagito nel migliore dei modi ma la punizione di Immobile, subentrato a Caicedo, si è stampata sulla traversa e con la palla che è rimbalzata sulla linea di porta. Dal possibile 1-3 i biancocelesti hanno rischiato di nuovo il 2-2 e per fortuna Defrel si è divorato un goal incredibile.

La sofferenza è nel DNA della Lazio, la gara di Marassi è sembrata la riedizione della gara d’andata ma questa volta la Samp dopo l’errore di Defrel ha esaurito la sua forza offensiva, permettendo alla Lazio di portare a casa i tre punti, nonostante il goal fallito da Correa nel finale a tu per tu con Audero.

Le pagelle di Sampdoria-Lazio 1-2

LAZIO

Strakosha 6.5 – Nel primo tempo è stato bravo sulla punizione di Ramirez, nella ripresa invece è stato salvato dal palo e dall’imprecisione di Defrel.

Wallace 6 – È ritornato a far parte del blocco dei titolai dopo ben tre mesi e tutto sommato non si è comportato male.

Acerbi 6 – L’unico neo della sua gara è stato l’errore che ha permesso a Quagliarella di dimezzare le distanze.

Bastos 6 – La sua gara è stata perfetta nel primo tempo e piena di errori nella ripresa. In uno di questi ha rischiato tantissimo e per fortuna Defrel ha sbagliato clamorosamente.

Sampdoria-Lazio 1-2Romulo 7 – Il laterale destro ex Genoa è stato uno dei migliori, nella sua gara c’è stato l’assist per il raddoppio di Caicedo ed il palo colpito nella ripresa, anche se in questa circostanza poteva servire Lulic che era solo in area.

68′ Marusic 6 – Nello scorcio di partita che ha giocato ha avuto compiti maggiormente difensivi.

Parolo 6.5 – Il centrocampista azzurro ha giocato una gara in modo intelligente.

Leiva 6 – il brasiliano non ha giocato la sua migliore partita ma nonostante tutto si è fatto fare il fallo che ha portato alla doppia ammonizione ed all’espulsione di Ramirez.

Cataldi 6.5 – L’ex primavera è stato propositivo in ogni fase dell’incontro, in un match dove aveva il difficile compito di sostituire Milinkovic-Savic.

77′ Badelj sv.

Lulic 6 – Il bosniaco è a corto di ossigeno. Nel prossimo turno contro l’Atalanta non ci sarà perché da diffidato ha rimediato il giallo che lo terrà fuori.

Correa 6.5 – Un folletto, soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa è calato e la manovra offensiva ne ha risentito.

Caicedo 8 – Il panterone è stato preferito addirittura ad Immobile e non ha tradito Inzaghi siglando una doppietta importantissima. Splendida la girata di testa che l’ha portato al secondo goal.

63′ Immobile 6 – Sta vivendo un periodo di appannamento ed anche sfortunato perché in altri tempi quella punizione dal limite sarebbe andata dentro, ed invece ha centrato la traversa.

All. Simone Inzaghi 6.5 – La Lazio è incredibile, è capace di vincere per tre volte a San Siro, accedere alla finale di Coppa Italia e strapazzare la Sampdoria a Marassi ma quando si rilassa perde malamente in casa contro il Chievo o rischia una clamorosa rimonta contro la Samp. Senza questi alti e bassi, del tutto mentali, forse a quest’ora i biancocelesti sarebbero comodamente al quarto posto.

SAMPDORIA

Audero 6.5; Sala 5.5 (82’ Gabbiadini sv), Ferrari 5.5, Colley 4.5 (16’ Tonelli 5), Murru 6; Praet 5.5, Ekdal 6.5, Linetty 5 (46’ Jankto 5.5); Ramirez 4; Defrel 5, Quagliarella 7. All. Marco Giampaolo 5.

Arbitro: Fabio Maresca (sez. Napoli) 6.5

Sampdoria-Lazio 1-2

Il tabellino di Sampdoria-Lazio 1-2

Marcatori: 3′, 20′ Caicedo (L), 57′ Quagliarella (S)

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Sala (82′ Gabbiadini), Ferrari, Colley (16′ Tonelli), Murru; Praet, Ekdal, Linetty (46′ Jankto); Ramirez; Defrel, Quagliarella. A disp. Rafel, Belec, Bereszyinski, Tavares, Barreto, Vieira, Saponara, Caprari, Sau. All. Marco Giampaolo.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Bastos; Romulo (68′ Marusic), Parolo, Leiva, Cataldi (77′ Badelj), Lulic; Correa, Caicedo (63′ Immobile). A disp. Proto, Guerrieri, Patric, Luiz Felipe, Armini, Zitelli, Jordao, Neto. All. Simone Inzaghi.

Arbitro: Fabio Maresca (sez. Napoli). Assistenti: Di Liberatore e Tonolini. IV uomo: Aureliano. V.A.R.: Calvarese. A.V.A.R.: Tegoni.

NOTE. Ammoniti: 22′ Ferrari (S), 23′ Ramirez (S), 32′ Acerbi (L), 71′ Wallace (L), 74′ Tonelli (S), 90′ Murru (S), 90’+2′ Sala (S), 90’+2′ Lulic (L). Espulso: 45′ Ramirez (S) per doppia ammonizione. Recupero: 2′ pt; 4′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti